Dimentica tutti, tranne Berlusconi

Ad indagare sulla vicenda sono i neuropsicologi Sara Mondini e Carlo Semenza, rispettivamente dell’Università di Padova e di Trieste. Secondo i due esperti, la donna è affetta da un’atrofia bilaterale progressiva dei lobi temporali mesiali, tale da causare demenza semantica. Si tratta di una disfunzione che porta alla perdita del significato delle parole e della capacità di riconoscere i volti e gli oggetti. Nel caso di V.Z., però, qualcuno sembra essere sfuggito alla "cancellazione". La donna, infatti, riconosce il volto di Silvio Berlusconi ed è capace di associare il nome alla sua immagine. Attraverso la ricerca sperimentale, Sara Mondini e Carlo Semenza sono arrivati alla conclusione che il viso dell’attuale Presidente del Consiglio viene riconosciuto dalla donna come un’icona, piuttosto che come una faccia. Per i ricercatori si tratta di un caso senza precedenti, dovuto, con molta probabilità, agli effetti della diffusa propaganda politica di Berlusconi al tempo delle elezioni e alla continua esposizione da parte dei mass media. Resta ancora da definire se questa "trasposizione" da persona, seppure molto nota, ad icona sia dovuta ai caratteri distintivi dell’immagine o della voce. Il caso della "casalinga che ricorda solo Berlusconi" pare comunque destinato ad entrare nella storia della letteratura neuropsicologica.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Dimentica tutti, tranne Berlusconi