Diventare astronauta, le selezioni dell’ESA

L’ESA ha selezionato i suoi primi astronauti nel 1978 in concomitanza con il programma Spacelab la cui prima missione decollava nello spazio con lo Space Shuttle americano nel 1983. La preparazione per la partecipazione dell’Europa alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha richiesto una seconda selezione di astronauti nel 1992.

Le attività dell’Europa nel volo spaziale abitato sono ora giunte ad un livello più intenso, con il nuovo laboratorio spaziale Columbus e con il veicolo automatizzato di trasferimento Jules Verne. Nel frattempo, gli astronauti della prima fase di reclutamento hanno raggiunto l’età per il pensionamento, mentre ad altri astronauti dell’ESA sono state affidate responsabilità in ambito della gestione e delle operazioni. È dunque giunto il momento di cercare nuovi talenti per le future missioni umane europee sulla ISS, verso la Luna e oltre.

Il candidato ideale per diventare astronauta europeo deve avere una formazioni in discipline scientifiche attinenti e deve saper dimostrare notevoli capacità nei campi appropriati, che includano preferibilmente anche abilità operative. Inoltre, vengono richieste tra le caratteristiche generali di chi fa domanda, una buona capacità mnemonica e di ragionamento, concentrazione, attitudine all’orientamento spaziale e destrezza manuale. Chi fa domanda dovrebbe parlare correttamente inglese e, se possibile, altre lingue, in particolare il russo, che per le condizioni di ingresso non è obbligatorio ma rappresenta un vantaggio.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Diventare astronauta, le selezioni dell’ESA