Divieti di fumo: a guadagnarci è il cuore

Secondo i dati ricavati da James Lightwood, professore della University of California a San Francisco, i divieti avrebbero permesso una diminuzione del rischio infarto di ben il 17% dopo un anno e addirittura del 36% dopo tre anni.Il merito, secondo Lightwood, è della netta riduzione dei danni derivanti dal fumo passivo e dal cambio di abitudini cui sono stati costretti i fumatori. Per James Lightwood gli studi confermano tutti come le leggi antifumo siano misure importanti ed imprescindibili per ogni Paese.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Divieti di fumo: a guadagnarci è il cuore