Donne: pochi vestiti e per lui diventa un oggetto

Condotto da Susan Fiske, lo studio ha analizzato le reazioni di un gruppo di volontari alla visione di immagini femminili. A tale scopo, i ricercatori hanno utilizzato la tecnica della risonanza magnetica.In particolare, alla visione di donne poco vestite, ad attivarsi nel cervello maschile è risultata la corteccia premotoria, l’area solitamente legata all’elaborazione di immagini di oggetti di uso comune. Inoltre, sempre lo studio ha poi indagato sulle azioni legate alla percezione attraverso l’associazione di verbi a sensazioni.Ecco allora che la donna diventa "l’oggetto" da "afferrare", "maneggiare" e "spingere". In alcuni casi poi, di fronte ad una donna poco vestita gli uomini non sembrano utilizzare affatto le aree del cervello associate all’interazione. La "donna oggetto" esiste quindi, ma nel cervello degli uomini!

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Donne: pochi vestiti e per lui diventa un oggetto