Dopo l’e-government, l’e-democracy

Ed ora, dopo l’e-Government, è in arrivo anche l’e-Democracy, ossia la partecipazione dei cittadini alla formazione dei processi decisionali delle amministrazioni locali attraverso i più avanzati strumenti tecnologici della società dell’informazione. “Sono ben 7 i progetti di e-Democracy presentati da enti locali lombardi che sono stati ammessi ai finanziamenti pubblici per 1,27 milioni di euro”, ha detto Stanca. I progetti ammessi sono: “Document@Rudiano”, di cui è coordinatore il Comune di Rudiano; “PAM” coordinato dal Comune di Casalmaggiore; “e-GOS” gestito dal Comune di Monza; “PRGPartecipato” dal Comune di Trezzo sull’Adda; “e21″ dal Comune di Mantova; “Start” dalla Provincia di Brescia e “Palco” coordinato dalla Regione Lombardia. Ma alla messa in cantiere dell’e-Democracy, che non ha precedenti in Europa, si è giunti in Lombardia dopo una articolata serie di iniziative e di Accordi di Programma Quadro-APQ che la Regione ha stipulato con il Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie e con quello per l’Economia e le Finanze per implementare lo sviluppo della Società dell’Informazione. In particolare, ha ricordato Stanca, “l’APQ Lombardia si articola in 11 interventi che si inseriscono in tre macroaree prioritarie individuate dalla stessa Regione: messa in rete del sistema della PA; rapporto tra PA e utenti; servizi di mercato. Stanca ha confermato che con la Lombardia non ci si è fermati a questo Accordo di Programma Quadro. “Sono in corso le verifiche degli interventi proposti dalla Regione Lombardia per l’inserimento di un ulteriore atto integrativo dell’APQ, fra cui un progetto interessante relativo al Distretto Tessile” ha infatti detto il Ministro. Non solo, ma tra le risorse per lo sviluppo della Società dell’Informazione in Lombardia ci sono anche i finanziamenti per 5 progetti di t-Government, ossia l’utilizzo della televisione digitale terrestre per fornire informazioni e servizi della Pubblica Amministrazione ai cittadini attraverso la tv di casa. Gli investimenti previsti arrivano a quasi 3 milioni di €, un terzo dei quali erogato dal Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie. Sul fronte infrastrutturale, il ministro per l’Innovazione e le Tecnologie ha infine ricordato che Milano ed il suo hinterland sono l’area più cablata d’ Europa, con quasi 600 mila km di fibra ottica rispetto ai 3 milioni di km a livello nazionale.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Dopo l’e-government, l’e-democracy