DreamWorks porta al cinema Shrek 2

Ci eravamo lasciati con Shrek e Fiona pronti per il loro matrimonio e ora li ritroviamo felici che si godono il meritato viaggio di nozze. Tra amorevoli effusioni, abbracci appassionati e fanghi di bellezza un pochino “alternativi”, i due trascorrono una mite quanto meritata vacanza sulle spiagge accarezzate dalle onde, dove a disturbarli ci sono solo delle fastidiose sirenette. Ma l’imprevisto sta per accadere. Dopo aver sconfitto un terribile drago sputafuoco e aver conquistato la principessa Fiona sottraendola al malvagio lord Farquaad, Shrek deve ora affrontare la sfida più impegnativa: l’incontro con i suoceri. Ansiosi di rivedere la loro figlioletta e di conoscere il “principe azzurro” che ha conquistato il suo cuore con tanto coraggio, il papà e la mamma di Fiona vivono l’attesa con intensa trepidazione. Accompagnati dall’immancabile Ciuchino, Shrek e Fiona decidono di andare e si mettono allora in viaggio verso il regno di Lontano Lontano, dove ad attenderli ci sono il re, la regina e tutti gli abitanti del posto. Purtroppo le cose non vanno come Fiona si aspettava, la vista di Shrek ed il profondo “cambiamento” subito dalla loro bambina, lascia i suoi genitori completamente frastornati. Shrek, notato il comportamento del re, vorrebbe tornare nella sua amata palude e dimenticare in fretta l’accaduto, ma all’interno della corte qualcuno sta tessendo trame oscure. Il Gatto con gli Stivali viene infatti assoldato dal re per uccidere il povero Shrek, a suo giudizio colpevole di avergli strappato la figlia, proprio mentre la Fata Madrina, tra pozioni ed incantesimi, cerca di sollecitare un destino che veda il suo figlio Principe, che di nome fa Azzurro, sposato con la principessa Fiona. La favola sembrerebbe già scritta e sentita, ma, com’è nella logica degli ideatori di “Shrek”, il sentimento deve privilegiare sull’effimera apparenza. Attraverso una serie di vicissitudini infatti, il vero amore trionferà sulla volontà degli altri, per la gioia di Shrek e Fiona. Ancora una volta gli uomini della DreamWorks sembrano aver fatto centro, riportando sullo schermo personaggi e temi già vincitori al botteghino, ma rinnovati nello spirito. Un sequel che non sembra soffrire i “segni del tempo” e le vittorie del suo predecessore, in virtù di una storia spassosa e divertente, nonchè dedicata a tutta la famiglia. Alle immagini perfette dei maestri DreamWorks si unisce poi una colonna sonora particolarmente inserita nel contesto del film, all’insegna dei grandi successi anni ’80 e della disco music che ha fatto tendenza, curata da Leonard Cohen, Neil Diamond, Mark Everett e James McKee Smith. “Shrek 2″ è una pellicola per tutti, poichè combina il fascino dell’animazione a temi e dialoghi affatto sciocchi, ma soprattutto mai banali e scontati. Distribuito da Universal Pictures, dal 17 dicembre nei cinema italiani, il verde Shreck e la sua Fiona si preparano ad un Natale d’animazione: concorrenti e botteghini sono avvisati. Lodevole anche l’iniziativa benefica legata alla promozione del film, insieme a “Gazzetta dello Sport”.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > DreamWorks porta al cinema Shrek 2