E’ ufficiale: addio di Totti alla Nazionale

Il capitano della Roma chiude quindi, salvo clamorosi ripensamti, la sua esperienza in azzurro con la finale mondiale vinta contro la Francia. "E’ stata un’idea che ho valutato dopo il Mondiale per un anno intero – ha spiegato Totti – e ho deciso di smettere per non creare nessun problema al gruppo, fuori dal gruppo e allo staff tecnico. Mi dispiace tantissimo ma era la cosa più giusta perché la salute è la cosa più importante per me". Messo di fronte all’addio di Totti, il presidente della Figc Giancarlo Abete, già informato della volontà del giocatore, ha così detto: "Sincero rammarico, ma anche grande rispetto per le motivazioni che sono alla base della scelta"."In questi anni – ha proseguito Abete – Francesco Totti ha difeso la bandiera azzurra con la sua classe ma anche con generosità e abnegazione, fino a imporsi tempi di recupero e sacrifici notevoli per non mancare l’appuntamento degli ultimi Campionati del mondo, dopo il grave infortunio dei mesi precedenti. Una sfida che Totti ha vinto insieme ai suoi compagni, con grande tenacia e senso di responsabilità, conquistando con la vittoria di Germania 2006 il premio più bello e significativo al quale un calciatore può aspirare nella sua carriera". Il presidente della Figc ha concluso: "C’è grande rammarico da parte nostra, ma altrettanta comprensione per la sua scelta e soprattutto il rispetto che si deve a un campione che fa onore al calcio italiano".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > E’ ufficiale: addio di Totti alla Nazionale