Ecco i vincitori del MINI Design Award

Proprio in occasione dell’anteprima della mostra (18-23 aprile), sono stati resi noti i progetti e gli autori premiati dalla giuria presieduta da Gillo Dorfles, critico d’arte, e Marco Saltalamacchia, già presidente e a.d. BMW Group Italia, e composta da Daria Bignardi, giornalista, Michele De Lucchi, architetto e designer, Carlo Forcolini, presidente dell’Associazione Disegno Industriale (ADI), Davide Rampello, presidente della Triennale di Milano.

Il primo premio è andato a Piter Perbellini per "W2 (Wireless square)", il progetto di una nuova piazza dove socializzare sia col vicino sia col resto del mondo, coniugando la comunicazione slow con quella fast. "Wireless square – ha detto il giovane designer veronese – è una ‘cabina telefonica’ collettiva, un totem per la diffusione wireless del segnale internet, un elemento che esprime e sintetizza quanto il concetto di comunicazione sia fondamentale all’interno del tessuto cittadino.”

Secondo premio a "Sesto senso" di Andrea Sanna, che si propone di stimolare maggiormente l’udito e il tatto degli automobilisti. Ricorrendo al sistema braille e alle bande sonore, l’autore progetta una segnaletica orizzontale allo scopo di offrire numerose possibilità di codificazione sonora di segnali stradali. Gabriele Adriano, con "Sentieri urbani", si è invece aggiudicato il terzo premio. A chi, come pedoni e ciclisti, vive la città "slow", il progetto regala nuove prospettive e originali segni ornamentali intervenendo graficamente su un segnale codificato e globale come le strisce pedonali.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Ecco i vincitori del MINI Design Award