Elezioni 2008, non solo exit poll

Se sull’arresto di un giovane di Catanzaro, reo di essersi fatto scoprire mentre scattava una foto della scheda elettorale con il telefonino, c’è ben poco di cui sorridere, ben più divertente è stata la "performance elettorale" di Sandra Lonardo Mastella, moglie dell’ex ministro Clemente, alla quale il cellulare ha squillato proprio all’interno della cabina elettorale. Per lei comunque niente arresto né denunce: l’apparecchio non era infatti dotato di fotocamera.

Un imprenditore sorrentino, evidentemente insoddisfatto di quanto la politica gli ha finora fatto digerire, ha invece preferito riempirsi lo stomaco mangiandosi proprio la scheda elettorale. Qualche problema anche per il candidato premier del PD Walter Veltroni, che è dovuto uscire dalla cabina per aver dimenticato nientemeno che la matita. Più difficile l’esperienza di una candidata che ha addirittura scoperto di non essere presente, così come la sua famiglia, nella lista degli elettori del seggio indicato nella tessera elettorale.

Il voto è un diritto-dovere irrinunciabile: lo sa bene Vittoria Giacco, 104 anni, che ha raggiunto il seggio con un’ambulanza e accompagnata in cabina ha espresso il suo voto, meritandosi anche un mazzo di fiori regalato dal presidente e dai componenti del seggio. A proposito di presidenti, uno di quelli chiamato a compiere il suo dovere in quel di Sant’Orsola, Trentino, si è recato al seggio completamente ubriaco, per vedersi poi sollevato dall’incarico e multato dai carabinieri.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Elezioni 2008, non solo exit poll