Elio Germano trionfa al Festival di Cannes

Una vittoria molto importante per l’intero cinema italiano e soprattutto per Germano, che non si è risparmiato una dedica al pepe indirizzata ai detentori del potere del Belpaese: "All’Italia e agli italiani che fanno di tutto per rendere il paese migliore, nonostante la loro classe dirigente". Lo stesso attore ha specificato che la frase non era indirizzata ai soli politici, ma a chi comanda in genere.Ad ogni modo si conclude una 63esima edizione del Festival di Cannes che ci vede tornare protagonisti con un premio importante e non sminuito dal fatto di essere stato assegnato con la formula del pari merito.Per la cronaca, la Palma d’Oro è andata al film "Uncle Boonmee, Who Can Recall His Past Lives" del thailandese Apichatpong Weerasethakul. Tra gli altri premi assegnati dalla giuria, guidata quest’anno da Tim Burton, Il Gran Premio è andato a "Des hommes et des Dieux" del francese Xavier Beauvois, Il Premio della Giuria a "’A screaming man" del chadiano Mahamat Saleh Haroun, La Camera d’Oro ad "Anno Bisestile" di Michael Rowe. Migliore regia per Mathieu Amalric per "Tournee", mentre migliore attrice è risultata Juliette Binoche per "Copia Conforme" di Kiarostami.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Elio Germano trionfa al Festival di Cannes