Empatia: predisposizione genetica a tinte rosa

A rivelarlo è uno studio statunitense, che ha preso in esame un gruppo di 200 persone, realizzato dalla Oregon State University e pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas).Secondo i ricercatori, i geni responsabili delle capacità empatiche dell’individuo sono legati a doppio filo con i meccanismi alla base dello stress e a quelli che regolano la produzione dell’ormone associato ai sentimenti affettivi, l’ossitocina. Sempre gli studiosi hanno poi evidenziato che tra i soggetti dove il "gene dell’empatia" è presente sono comunque le donne ad evidenziare una maggiore capacità empatica.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Empatia: predisposizione genetica a tinte rosa