ESA: si è conclusa la missione di Smart-1

Ricordiamo, infatti, che Smart-1 era partita il 27 settembre 2003 alla volta della Luna e che ne aveva raggiunto l’orbita nel novembre dell’anno successivo. A sancire la fine delle operazioni è stata la perdita del segnale dalla base terrestre dell’ESA a New Norcia (Australia). Giuseppe Racca, Project Manager dell’ESA Smart-1, ha dichiarato: "Smart-1 ha rappresentato un enorme successo anche dal punto di vista tecnologico". Oltre ad aver trovato, per la prima volta, tracce di calcio e magnesio ed aver compiuto importantissime misurazioni, la sonda europea ha infatti testato sullo spazio un rivoluzionario motore a ioni (solar electric propulsion) per viaggi interplanetari e nuove tecniche per le comunicazioni.Ad esprimere la soddisfazione degli scienziati è il professor Southwood, director scientifico dell’ESA, che ha commentato: Per il programma scientifico dell’ESA, Smart-1 rappresenta un grande successo e un ottimo ritorno degli investimenti, sia dal punto di vista tecnologico che scientifico. Sembra infatti che tutti nel mondo dtiano pianificando di andare sulla Luna. Le future missioni potranno trarre grandi benefici dall’esperienza tecnologica e dalle operazioni effettuate dalla sonda, mentre i dati acquisiti serviranno ad aggiornare la nostra immagine della Luna".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > ESA: si è conclusa la missione di Smart-1