Estate 2008: vacanze lampo per risparmiare

E’ quanto emerge da un’indagine realizzata da Federalberghi-Confturismo, dalla quale si evidenzia inoltre una diminuzione dei turisti stranieri fuori dalla zona euro, in special modo statunitensi, giapponesi ed inglesi. "È una vera e propria crisi quella che il turismo italiano sta purtroppo vivendo in questi mesi, sulla scia di una recessione economica che ad ondate ripetute sta investendo tutti i principali Paesi del mondo", sottolinea il Presidente della Federalberghi e di Confturismo, Bernabò Bocca.Per quanto invece riguarda gli italiani che andranno in vacanza, l’Italia si conferma la meta preferita dalla stragrande maggioranza dei nostri connazionali. Infatti, il 73,4% (rispetto al 74,1% del 2007) rimarrà nei confini nazionali ed il 25,4% (rispetto al 23,8% del 2007) sceglierà mete estere, prediligendo le Capitali europee ed extra-europee.Come detto, la durata complessiva delle vacanze estive registra un crollo impressionante rispetto al 2007 e si attesta sulle 12 notti fuori casa rispetto alle 15 notti dell’anno scorso. La vacanza principale risulta anche essa in calo con il 2007 e si ferma ad 11 notti rispetto alle 12 notti del 2007. Da sottolineare come la percentuale dei turisti che faranno vacanze da 4 a 7 notti passa dal 20,7% del 2007 al 35,9% del 2008.Meta preferita si conferma il mare (74,2%), seguito da montagna (16,2%) e località d’arte (2,7%). Per quanto riguarda le vacanze all’estero, bene le grandi capitali europee (41,8% rispetto al 30,7% del 2007), i mari tropicali (14,2% rispetto al 13,3% del 2007) e le grandi capitali extraeuropee con New York in cima alla classifica (13,3% rispetto all’11,1% del 2007).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Estate 2008: vacanze lampo per risparmiare