EUrid e Ue vicini al dominio .eu

Dalle previsioni si è calcolato che il .eu dovrebbe entrare subito a pieno regime, garantendo i 4 milioni di registrazioni nei primi 3 anni, di cui 1 milione solo nel primo anno di vita. L’EURid, composto dai registri Dns.be (Belgio), Nic.se (Svezia) e dal Cnr di Pisa, sarà il futuro gestore del dominio. Il consorzio attende solo la ratifica dell’ICANN, l’organo che governa la rete a livello mondiale. A detta del prof. Denoth, direttore del Cnr, dovrebbe avvenire ufficialmente il primo dicembre, durante il meeting Icann a Cape Town, in Sudafrica. L’accordo raggiunto tra il consorzio, rappresentato da Franco Denoth (Cnr), Pierre Verbaeten (Dns.be), Ander Janson (Nic.se), e Fabio Colasanti, direttore generale della Societa’ dell’informazione dell’Ue, ha rappresentato solo l’ultima tappa di un lungo processo, iniziato lo scorso 21 Maggio con la scelta dell’EUrid tra tutti i candidati alla gestione del .eu. L’EURid, un’organizzazione di tipo “no profit” con sede centrale e amministrativa a Bruxelles e con sedi in Italia e Svezia, ha già reso noto che la nascita del .eu sarà graduale e molto attenta alle speculazioni sui marchi e i nomi delle località, per poi adeguarsi, entro l’estate, agli standard degli altri domini già presenti in Internet. Anche il prezzo non dovrebbe distanziarsi molto da quello degli altri domini di tipo nazionale, oscillando attorno ai 20 euro. Un evento, quello del .eu, che per Internet è paragonabile a quello dell’Euro per l’economia.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > EUrid e Ue vicini al dominio .eu