Eurobilltracker.com: che l’Eurocaccia abbia inizio

Questo fa sì che l’avvocato di Trapani di turno si ritroverà in mano una banconota da 5,00 Euro appartenuta 2 anni prima ad una studentessa di Tampere in Finlandia; o ancora il portuale di Rotterdam vedrà come il suo biglietto da 50,00 Euro appartenesse in precedenza ad un assicuratore di Bologna che lo prelevò nuovo di zecca da un bancomat mesi prima.Il numero delle banconote ad oggi "registrate" è superiore a 23 milioni di pezzi e le statistiche che vengono generate con i dati provenienti da tutto il mondo sono innumerevoli come sono tanti gli strumenti (software) gratuiti per generarle.Esiste inoltre un forum frequentato da persone di tutte le lingue (come in tutte le lingue, Esperanto compreso, è il sito) dove si discutono fatti di economia ed attualità, ma dove si fanno anche nuove conoscenze e si stringono amicizie.Volete prendere parte a questa interessante iniziativa? È sufficiente iscriversi in modo gratuito, volendo anche anonimo, all’indirizzo www.eurobilltracker.com e seguire le semplici istruzioni che portano alla registrazione dei dati identificativi di una banconota (tra le altre cose è possibile identificare una banconota falsa grazie alle verifiche svolte in tempo reale dagli algoritmi del motore del sito).L’iniziativa mi è stata segnalata da Andrea: se desiderate iscrivervi questo link gli permetterà di sapere quali nuovi volontari prenderanno parte ad Eurobilltracker grazie alla sua segnalazione.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Eurobilltracker.com: che l’Eurocaccia abbia inizio