Europa intollerante, antisemita e omofoba

Secondo il rapporto "Hate crimes survey", elaborato dalla ONG Human Rights First sulla base dei dati del 2006, l’allarme riguarderebbe tanto il Nord America quanto l’Europa, in particolare i paesi dell’Est. La stessa organizzazione aveva inoltre sottolineato – presentando lo studio nel corso dell’ultima sessione dell’OSCE dedicata alla lotta contro ogni forma di discriminazione o intolleranza, tenutasi gli scorsi 7 e 8 giugno a Bucarest – come solo pochi paesi Europei abbiano già provveduto a istituire un monitoraggio sistematico di questi fenomeni.

Dal rapporto si legge, tra l’altro, della Federazione russa, dove esistono gruppi nazionalisti addirittura capaci di utilizzare un linguaggio antisemita del 19° secolo o delle minacce di vario genere che proliferano su internet e non solo, anche negli stati più occidentali. Per quel che riguarda, in particolare, la violenza sugli omosessuali, Human Rights First ha voluto poi ricordare gli scontri durante i Gay Pride organizzati nella primavera dello scorso anno in alcune città dell’Est (Mosca, Bucarest, Varsavia, Riga e Tallin).

Cresce quindi, insieme alla presenza pubblica degli omosessuali, anche la violenza e la retorica omofobica, una tendenza spesso pericolosamente sottovalutata dalla politica. Ecco perchè le associazioni lgbt (lesbiche, gay, bisessuali, transgender) di tutto il mondo si mobilitano per evitare che anche solo delle dichiarazioni, come quelle che hanno macchiato l’agosto politico italiano, possano alimentare i focolai dell’omofobia.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Europa intollerante, antisemita e omofoba