Exhalia, profumi nel Web

L’ex ingegnere di France Telecom sembra avere un solo obiettivo: “diventare un giorno il riferimento mondiale per le applicazioni olfattive, un piccolo mattone nel sistema Windows”. Dopo aver diretto per circa quattro anni il progetto di France Telecom sui multimedia olfattivi, arrivando anche a registrare alcuni brevetti, ora Yvan Régeard tenta una nuova avventura con la sua Exhalia. Lo strumento che permette la diffusione dei profumi ha le stesse caratteristiche di una comune periferica collegata al Pc, facilmente paragonabile ai classici diffusori acustici, l’apparecchio è invece capace di riprodurre i profumi. Attraverso la navigazione di siti profumo-compatibili, un apposito software riesce a rielaborare i dati provenienti da quel determinato sito e a inviare le informazioni sul tipo di odore, la durata e l’intensità ai diffusori, capaci poi di riprodurre i profumi d’origine. Dotati di piccoli ventilatori, i “diffusori di profumi” rilasciano così nell’ambiente gli odori ricreati, attraverso delle apposite cartucce contenenti un gel profumato. Sono per ora solo 12 le cartucce di gel supportate dal sistema, per una limitazione importante nell’uso dell’apparato. Il progetto dell’ingegnere francese Yvan Régeard è stato finanziato con 37 mila euro da France Telecom, proprietaria di alcuni brevetti, e per circa 400 mila da alcuni investitori, convinti del futuro successo dell’applicazione. Non mancano comunque cenni di interesse provenienti dall’estero, un istituto universitario alberghiero di Osaka (Giappone) avrebbe già in programma di sfruttare la periferica di Exhalia in ambito culinario, mentre in Francia gli studenti dello IUT di St Denis, su incarico di France Telecom, hanno pronta un’indagine di mercato sull’eventuale uso della scoperta in campo televisivo. Il prezzo dei “diffusori di profumi” è oggi di circa 400 euro, ma stando alle aspettative di Yvan Régeard, si dovrebbe presto abbassare sino a 150 euro.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Exhalia, profumi nel Web