F1: Bridgestone fornitore unico fino al 2010

Come noto, la Michelin aveva già deciso di non prendere parte alla prossima stagione, ma non aveva chiuso definitivamente alla possibilità di rientrare proprio nel 2008. Ora, dopo la decisione della Fia, il gommista francese sarà costretto a rimanere fuori dal grande circus della Formula 1 per almeno 4 anni, ovvero fino al 2010. La scelta di affidare il ritorno al monogomma alla Bridgestone, maturata anche per l’assenza di altri pretendenti, porterà di certo a un rimescolamento dei valori in campo, con un possibile vantaggio, almeno inizialmente, per i team che attualmente stanno già utilizzando le coperture giapponesi, ovvero Ferrari, Williams, Toyota, Midland e Super Aguri. L’obiettivo di Max Mosley, come anticipato, è però quello di ridurre i costi di gestione, una strada obbligata per garantire un futuro alla serie e per dare maggiore competitività alle squadre minori. Va detto che già nel 1998, per due stagioni, Bridgestone era stata fornitore unico, sollevando però qualche critica per un presunto trattamento speciale riservato alla Ferrari. Ricordiamo, infine, che il gommista giapponese ha esordito in Formula 1 equipaggiando monoposto private nel lontano 1976, proprio nel Gran Premio di casa. Il debutto ufficiale è del 1997, mentre l’anno successivo è quello della prima vittoria di un Campionato Mondiale, con la McLaren-Mercedes guidata da Mika Häkkinen.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > F1: Bridgestone fornitore unico fino al 2010