F1 degli addii: lascia anche Bridgestone

La decisione, secondo quanto comunicato dai vertici dell’azienda, è irrevocabile ed è frutto di una lunga analisi che ha consigliato alla Bridgestone di reinvestire gli sforzi, economici e di uomini, in altri settori più strategici.Per la Formula 1 si tratta di una nuova grossa tegola e, almeno per il momento, risulta difficile trovare un altro fornitore disposto ad accollarsi l’incarico. Prima di Bridgestone, lo ricordiamo, a dire addio alla Formula 1 era stata la Michelin nel 1997.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > F1 degli addii: lascia anche Bridgestone