F1: la McLaren ammette le sue colpe

Un’ammissione di colpa tradiva, arrivata solo dopo una nuova indagine della Fia che avrebbe lasciato poche speranze di salvezza alla McLaren. Come si legge in una lettera indirizzata direttamente al presidente della Fia Max Mosley, il team chiede ora scusa alla Federazione stessa, alla Ferrari e al tutti gli appassionati della Formula 1. La promessa è quella che niente del genere potrà più accadere e la speranza è che tutta la vicenda possa essere definitivamente archiviata in previsione della stagione 2008.

Inoltre, dopo la presa di coscienza di quanto le informazioni sottratte alla Ferrari fossero realmente diffuse, la McLaren Mercedes ha interrotto lo sviluppo di tre differenti sistemi che sarebbero stati utilizzati sulle nuove monoposto. In particolare si trattava della scelta di un passo del tutto simile a quello delle "rosse" (differente di appena 0,2 mm), del sistema di ripartizione rapida di frenata e dell’utilizzo dell’anidride carbonica per gonfiare gli pneumatici.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > F1: la McLaren ammette le sue colpe