F1: Ungheria amara per Felipe Massa

Pensare che il Gran Premio d’Ungheria era davvero iniziato nel migliori dei modi, con Massa protagonista di una partenza bruciante che lo aveva proiettato dalla terza posizione in griglia alla testa della corsa, già dalla prima curva. Il brasiliano era poi riuscito a mantenere la prima posizione per tutta la gara, guadagnando un buon distacco dagli avversari, sufficiente ad avere in pugno la vittoria.

Ad esaltare ancora di più i tifosi Ferrari un problema per Lewis Hamilton, attuale leader della classifica iridata. L’inglese è infatti stato costretto ad una sosta extra per la foratura di un pneumatico, imprevisto che lo ha fatto giungere all’arrivo solo quinto. A pochi km dall’arrivo ecco però il vero colpo di scena, con l’improvviso cedimento del propulsore di Felipe Massa.

"È successo tutto all’improvviso, senza che ci fosse stato il minimo segnale", ha commentato il brasiliano al termine della sfortunatissima prova. "Stavo gestendo la corsa perché avevo un buon margine di vantaggio, non stavo rischiando assolutamente nulla. Sono molto frustrato perché avevo un’ottima macchina, ma purtroppo le corse possono essere crudeli". Massa sa che sia lui che il team hanno dato il massimo e che ora non bisogna mollare, con 7 gare alla fine del campionato e 70 punti in palio. Dopo la trasferta ungherese – vinta da Heikki Kovalainen seguito da un ottimo Timo Glock -, il brasiliano è terzo, con 8 punti di distacco da Hamilton e 3 dal compagno di squadra Kimi Raikkonen.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > F1: Ungheria amara per Felipe Massa