Factory Girl: Sienna Miller è la Sedgwick

Arriva al cinema "Factory Girl", la storia dell’ascesa e del declino di Edie Sedgwick (Sienna Miller), una delle più grandi icone della cultura pop americana. La Sedgwick era infatti considerata una principessa americana, oltre ad essere nata in una famiglia molto ricca dal sangue blu, era anche bellissima e possedeva immenso talento e carisma.

Fu in seguito al suo incontro con Andy Warhol, l’antieroe per eccellenza ed esponente della contro-cultura, che la sua vita cambiò radicalmente. Warhol intravide nella selvaggia vulnerabilità della giovane uno degli ingredienti perfetti per trasformarla in una musa irresistibile. Andy invita Edie ad entrare nel mondo della Factory, ex fabbrica di cappelli della città, che lui stesso ha trasformato in un paradiso bohemien di creatività.

Qui, un’accozzaglia di musicisti, artisti, attori, poeti e disadattati, si riunisce allo scopo di creare arte, girando film underground di giorno e dando party glamour che durano tutta la notte. Edie ben presto diventa la stella dei film di Warhol, oltre che l’idolo della Factory e la beniamina dei media. All’apice del suo successo si innamora di una grande rock star (Hayden Christensen). Ma nel momento in cui Edie si trova stretta tra il mondo effimero e sensuale di Warhol e l’uomo che ama, finisce con l’essere respinta da entrambi e, ancora una volta, alla deriva. Con Sienna Miller, Guy Pearce e Hayden Christensen, "Factory Girl" arriva al cinema da venerdì 23 novembre per appassionare, coinvolgere e poi sconvolgere il pubblico.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Factory Girl: Sienna Miller è la Sedgwick