Farmaci al supermercato: se ne parlerà insieme

Il chiarimento si era reso necessario dopo le critiche arrivate dai maggiori movimenti dei consumatori, sostenitori di una liberalizzazione del mercato farmaceutico. Il tavolo congiunto proposto dalla Turco sembra ora mettere d’accordo tutti, in quanto saranno coinvolte regioni, operatori sanitari, industria, farmacie, distributori farmaceutici, grande distribuzione e associazioni di rappresentanza dei cittadini e dei consumatori.Se Federfarma, con una nota, plaude alla decisione del Ministro, associazioni come l’Aduc "diffidano" invece della proposta del Ministro in quanto, dice l’Associazione con un comunicato, "sposta la soluzione (ripetiamo: semplice semplice) in tempi indefiniti". L’apertura al dialogo da parte del Ministro era arrivata con una nota nella quale Livia Turco ha dichiarato: “In primo luogo intendo ribadire la necessità che la rete delle farmacie convenzionate con il Servizio sanitario nazionale debba assumere appieno quei doveri e quelle responsabilità che le derivano dal ruolo di presidi del sistema sanitario, anche sviluppando programmi innovativi per contribuire alle iniziative di supporto che la sanità pubblica intende offrire ai nuovi bisogni assistenziali dei cittadini. Detto questo nessuno intende penalizzare in alcun modo il cittadino nell’acquisto dei farmaci di classe C".A proposito del tavolo congiunto con i rappresentanti di tutti i settori della sanità, cittadini compresi, la Turco si è poi espressa così: "Sarà quella la sede ove ragionare e visionare le diverse soluzioni per garantire ai cittadini la massima qualità del servizio farmaceutico in una cornice di equità, sviluppo della ricerca e dell’innovazione, economia di spesa e, lo ripeto, rigore nella gestione dell’assistenza farmaceutica pubblica e privata".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Farmaci al supermercato: se ne parlerà insieme