Fecondazione: 5400 bambini nati nel 2004

Dai centri monitorati risulta che l’applicazione delle tecniche ha avuto una percentuale media di successo del 20% nei casi di inseminazioni semplici e del 25,5% nei casi di fecondazioni in vitro, percentuale che si abbassa al 17% circa quando si tratta di fecondazioni eseguite con embrioni precedentemente crioconservati. Nel 2004 sono state documentate 3705 nascite grazie all’applicazione di tecniche di secondo e terzo livello, ossia di fecondazioni in vitro, e 1711, invece, grazie all’applicazione di tecniche di primo livello, cioè di inseminazioni intrauterine. "Nel 2007 – spiega Giulia Scaravelli, responsabile del Registro sulla procreazione medicalmente assistita – avremo il primo resoconto completo di tutti i centri autorizzati. Saranno forniti di un apposito software, dovranno inviare ciclicamente i dati in forma anonima e aggregata, in modo da permetterci di poterli elaborare e rendere pubblici sul nostro sito, accessibile a tutti gli utenti, a garanzia delle istituzioni e, soprattutto, di chi ha bisogno di accedere alle tecniche e di orientarsi in questo mondo così complesso". L’ISS, infatti, compilerà il Registro Nazionale Italiano sulla procreazione medicalmente assistita e raccoglierà, anche su un sito web, i dati di tutti i centri autorizzati italiani. Il registro, istituito presso il Centro Nazionale di Epidemiologia dell’Istituto Superiore di Sanità e coordinato appunto da Giulia Scaravelli, avrà un suo sito web, con una parte di pubblico accesso, sulla quale saranno divulgati i risultati e che sarà dotato di un’area riservata a disposizione dei centri per l’immissione anonima dei dati, nel totale rispetto della legge sulla privacy.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Fecondazione: 5400 bambini nati nel 2004