Fertilità a rischio con il cellulare

Brutta
abitudine, quindi, quella di mettere l’inseparabile telefonino nella tasca dei
pantaloni: così facendo si rischia infatti una riduzione del 15% del numero
degli spermatozoi. Sono i preoccupanti risultati di uno studio condotto da una
equipe di ricercatori australiani, recentemente pubblicato sul Biology Letters,
la rivista dell’accademia britannica Royal
Society. La ricerca ha analizzato la capacità riproduttiva di 52 uomini, di
età compresa tra i 18 e 35 anni. Negli individui che per abitudine portano il
cellulare in tasca, si è registrato un deciso calo nel numero di spermatozoi.
La quantità passa infatti dai 75 milioni per millilitro di seme, ai 65 milioni,
mostrando una riduzione che in alcuni casi arriva fino al 15%. Nei soggetti
presi in esame non si parla quindi di sterilità maschile che, secondo la
definizione dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), si ha quando il
numero di spermatozoi per millilitro di seme non raggiunge 20 milioni. La
ricerca mette comunque in evidenza un rischio reale per la salute dell’uomo,
sopratutto se si pensa alle nuove generazioni, sempre più avvezze ad un uso quasi morboso
degli apparecchi di telefonia mobile.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Fertilità a rischio con il cellulare