Festival della Creatività: musica protagonista

Oltre 1600 gli artisti e i relatori provenienti da 42 paesi del mondo, per un palinsesto ricco di incontri e dibattiti con grandi esponenti della cultura contemporanea, del mondo dell’arte e del design e della scena musicale italiana e internazionale. Come accennato, vicino a nomi del calibro di Derrick De Kerckhove, Joshua Davis e Dario Fo, troveremo così il Depeche Mode ANDY FLETCHER, il vulcanico Roy Paci protagonista dell’estate con la trascinante "Toda joia, toda beleza", il rock degli Afterhours, il jazz di Stefano Bollani e le atmosfere di Giovanni Lindo Ferretti, oltre a dj set, web art e sperimentazioni audiovisive. Solo per quello che riguarda la parte musicale, il Festival della creatività presenta un cast ricchissimo.Si parte proprio da Andy Fletcher dei Depeche Mode protagonista di un dj set che ha conquistato il pubblico di tutta Europa. Ritmi sfrenati per il set che vedrà protagonisti il vulcanico Roy Paci, il più eclettico musicista klezmer, Frank London, e il re della musica balcana, Boban Markovic con la sua Orkestar. Max Gazzè, Paola Turci e Marina Rei chiuderanno al Festival della creatività il loro fortunato tour estivo "Di comune accordo" mentre Stefano Bollani darà vita ad un’esibizione attesissima, accompagnato dal suo fantastico trio composto da Ares Tavolazzi e Walter Paoli. Un nome importante della musica italiana più impegnata, Giovanni Lindo Ferretti, sarà invece protagonista dello spettacolo "Reduce", set in bilico tra minimalismo e reading in cui saranno riarrangiati brani del repertorio di CCCP/CSI/PGR insieme a musica sacra, tradizionale e cover.E ancora gli Afterhours con l’ultimo concerto dal vivo prima di rientrare in studio per completare le registrazioni del nuovo album la cui uscita è prevista per marzo prossimo, e "Farafrique", tributo alla cultura musicale africana di Badarà Seck con Mauro Pagani. Imperdibili per le nuove tendenze le performance di Peter Hook, bassista prima dei Joy Division e poi dei New Order, di Goldie, considerato il creatore della jungle e della drum’n'bass. Grande curiosità per "Salta, e la rete apparirà", concerto di Petra Magoni con l’Orchestra i Nostri Tempi NemEnsemble che proporranno un percorso attraverso la grande musica abbattendo i generi, passando da Bjork ai Pink Floyd, dai Radiohead a Bartok e Schubert.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Festival della Creatività: musica protagonista