Fiera del libro, ma troppi italiani non leggono

Da una parte c’è quindi la più importante manifestazione italiana dedicata a libri e lettori, dall’altra una situazione poco lusinghiera per quanto riguarda la lettura nel Belpaese. Da "I cittadini e il tempo libero", l’indagine realizzata nel maggio 2006 tra 54mila individui, emerge che l’84,1 delle famiglie dice di avere dei libri in casa, mentre 2 milioni e 800mila famiglie (il 12,3%) dichiara di non possederne affatto. Forti le differenze di genere e d’età, con donne e giovani in testa alla classifica dei lettori. Nel 2006, il 60,5% della popolazione di 6 anni e più (pari a 33 milioni 351mila persone) ha letto almeno un libro negli ultimi 12 mesi. Chi legge, lo fa poi nel tempo libero (30,4%), nel tempo libero o per lavoro/scuola (13,4%) o solo per lavoro/scuola (4%). Il 34,7% degli italiani dice di aver letto sette libri o più negli ultimi 12 mesi, rientrando nella categoria dei lettori "forti".Da sottolineare, inoltre, che se da un lato aumenta (rispetto al 2000) l’assiduità della lettura nel tempo libero, dall’altra diminuisce il numero di libri letti. Se i romanzi restano i libri più letti, da notare è che 20 milioni e 300mila persone non leggono un libro da 12 mesi. Per quel che riguarda le differenze tra le zone d’Italia, il primato della lettura spetta al Nord-ovest (67,5%), seguito dal Nord-est (66,9%). Il Centro si ferma poi al 62,3%, mentre nel Sud e nelle Isole i lettori sono circa il 50%.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Fiera del libro, ma troppi italiani non leggono