Filippo Biagioli: da eBay alla Biennale

Filippo inizia infatti la sua avventura artistica nel 1997, quando, a causa di una permanenza forzata a casa di alcuni mesi, il suo canale di sfogo diventa la pittura, un mezzo immediato e efficace per parlare di sé stesso, delle cose che gli accadono e di quelle di cui non vuole scordarsi: una sorta di "diario quotidiano" per immagini. La necessità di fare spazio a nuovi quadri e la delusione dei meccanismi complessi del mercato dell’arte avvicinano l’operaio-pittore a eBay, "un mezzo che – afferma lo stesso Filippo – ha la capacità di metterti in contatto con tante persone, libere di scegliere in base a ciò che le emoziona".

E’ proprio la decisione di vendere su eBay le proprie opere, sovvertendo quelle che sono le logiche odierne del mercato dell’arte, che attira l’attenzione, prima, di Elisabetta Rota, critica d’arte e, poi, di Giuliano Arnaldi, curatore della mostra di Biagioli nell’ambito della Biennale. Arnaldi, che espone ma non vende i quadri di Biagioli, riconosce infatti, all’artista "la capacità di esprimere il proprio tempo, non solo nei temi trattati, ma anche nella decisone di scegliere eBay come canale di vendita esclusivo". "La Biennale -dice Filippo Biagioli – è solo un punto di partenza per far conoscere il circuito di amici che grazie a eBay si è creato attorno a me e alla mia pittura e per riuscire a realizzare un altro sogno: riuscire a vivere d’arte!". E’ da aprile, infatti, che Filippo ha lasciato il lavoro da operaio per portare avanti solo la sua attività su eBay.

RETTIFICA, dall’ufficio stampa eBay:

A seguito del nostro invio, alle 19.00, l’ufficio stampa della Biennale ha diffuso una rettifica, in cui si precisa che Filippo Biagioli non è stato invitato ad esporre alla Biennale di Venezia e che il padiglione della marginalità, presso cui sono esposti i suoi quadri, non fa parte ad alcun titolo della 52. Esposizione Internazionale d’Arte.

Con questa mail, vogliamo scusarci ufficialmente per aver diffuso una notizia scorretta. Prima di diffonderla abbiamo chiaramente verificato la notizia sia con il signor Biagioli sia con il curatore della sua mostra. Entrambi ci hanno confermato il tutto e, in buona fede, abbiamo dato la notizia. Ringraziamo l’ufficio Stampa della Biennale che con enorme cortesia e professionalità ci ha chiarito la situazione e ci scusiamo con i giornalisti che avevano già pubblicato la notizia.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Filippo Biagioli: da eBay alla Biennale