Final Fantasy XII; Square-Enix torna a stupire

Saga nata alla fine degli anni ’80 come ultima speranza dell’allora SquareSoft su Nintendo Entertainment System. Ultima speranza dato che l’allora SquareSoft, sull’orlo del fallimento, decide di programmare la sua "Fantasia Finale" (da qui il nome del gioco) lasciando nelle mani di questo singolo gioco il futuro della stessa compagnia. Il successo fu grandioso, rendendo la SquareSoft una delle maggiori software house e sfornando fino ad oggi più di una ventina di giochi che vantano come titolo una saga che é leggenda. Portando infine alla fusione tra due colossi concorrenti nel campo dei giochi di ruolo creando l’ormai conosciuta "Square-Enix".Ma torniano, dopo un breve cenno storico, a parlare del nuovo capitolo di questa importante saga. Final Fantasy XII, esclusiva Playstation2, si presenta nei migliori dei modi, il primo impatto è devastante, la resa grafica sulla vecchia console Sony è incredibile e lascia senza parole, praticamente increduli, con ambientazioni vaste e, come di consueto, ricche di particolari senza subire nessun tipo di rallentamento e con caricamenti, rari, ridotti al minimo. La colonna sonora è, come vuole la saga, di grand impatto e realizzata con grande maestria, creando con l’aspetto visivo del gioco un insieme omogeneo e spettacolare.La storia, raccontata in breve per non rovinare niente a chi fosse interessato all’acquisto, narra le vicende di Vaan, un giovane di "Dalmasca", nazione del mondo di "Ivalice" che ha perso la guerra contro l’impero di "Archadia", che trova nei confronti dell’impero solo un nemico che gli ha portato via suo fratello, unica sua famiglia. Vaan prepara la sua vendetta con l’intendo di saccheggiare il palazzo del console appena insediatosi.I menù del gioco hanno un nuovo impatto moderno ma di facile utilizzo mentre una delle più grandi novità sta nell’assenza totale degli incontri casuali e all’eliminazione dei combattimenti a turni. Questo grazie all’ottimo motore grafico che permette di vedere e combattere i nemici direttamente durante le fasi esplorative, creando così un nuovo sistema di combattimento rivolto più all’azione con un sistema tattico diverso dai precedenti capitoli.Final Fantasy XII il gioco perfetto? Non proprio, il cambio di mentalità radicale sul sistema di combattimento e il sistema a "licenze" per poter acquisire nuove tecniche di battaglia, magie, o l’autorizzazione per utilizzare o meno diversi oggetti (magari acquistati da tempo) ha fatto storcere il naso a molti. Inoltre, nonostante la presenza degli ottimi sottotitoli in italiano, il doppiaggio parlato in inglese é pessimo e a volte di difficile comprensione; infine i personaggi principali non possiedono un carisma che si farà ricordare negli anni. Certo queste sono goccie nel mare, in quell’oceano che si presenta essere forse veramente l’ultimo canto di quel cigno elettronico chiamato Playstation2. Complimenti e grazie a Square-Enix.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Final Fantasy XII; Square-Enix torna a stupire