Finale record per Fiorello: Roberto Benigni canta L’inno del corpo sciolto

Il fenomeno televisivo dell’anno, o del decennio se preferite, ha toccato cifre considerate impensabili nell’attuale panorama degli ascolti. Dopo gli ottimi risultati delle prime tre puntate, infatti, il quarto e ultimo appuntamento con “Il più grande spettacolo dopo il weekend” ha battuto se stesso facendo registrare un ascolto medio di 13 milioni 401 mila telespettatori, con un incredibile share del 50,23%. Come detto, ciò significa che più di una persona su due di quelle sedute davanti alla Tv ieri sera ha guardato il programma di Fiorello.

E dire che Mauro Mazza, direttore di Rai 1, aveva previsto tutto: “Alla luce della progressione, dell’ascesa continua dei risultati delle prime tre puntate – questa la dichiarazione della vigilia – mi aspetto un numero che si avvicini di più al 50% piuttosto che al 40% di share”.

A proiettare “Il più grande spettacolo dopo il weekend” oltre lo scoglio del 50% è stato il solito Fiorello, brillante e divertente come sempre, accompagnato stavolta da alcuni super ospiti. Su tutti Roberto Benigni, la cui presenza in Tv è sempre garanzia di ascolti record. L’attore, regista e comico toscano non ha deluso le aspettative, giocando con Fiorello e Mazza sulle dimissioni di Silvio Berlusconi e poi facendosi serio per un discorso indirizzato ai giovani e sull’unità necessaria per superare la crisi economica. Non è mancato un momento di vera goliardia, quando Fiorello ha invitato Roberto Benigni ad imbracciare la chitarra per intonare una vecchia canzone che non eseguiva da circa 30 anni: “L’inno del corpo sciolto”, un brano divertente sull’importanza della cacca!

Altro grande protagonista dell’ultima puntata de “Il più grande spettacolo dopo il weekend” è stato Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti. Dopo aver “prestato” il titolo alla trasmissione, Lorenzo ha celebrato l’amicizia che lo lega da anni a Fiorello esibendosi tra sketch, comprese le scenette di Twilght, e canzoni dal vivo, fino a prestarsi al gioco del simil “X Factor” di Morgano e Ariso. Sempre a proposito di ospiti, Malika Ayane che si è esibita sul brano di Mina “Anche un uomo”, mentre il grande ballerino Roberto Bolle si è esibito in un divertente balletto con Fiorello. Piacevole anche il ritorno di Pippo Baudo su Rai 1 in salsa rap. Infine, da segnalare la piccola provocazione di Fiorello che ha preso in giro il presunto veto Rai all’utilizzo della parola preservativo inventandosi il “Salva la vita pischelli”: una battuta, a metà tra il serio ed il faceto, molto apprezzata dallo stesso Roberto Benigni.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Finale record per Fiorello: Roberto Benigni canta L’inno del corpo sciolto