Fontal.A, nuovo Trojan per Smartphone

Se il Worm Mabir era definibile come poco più di una piccola “grana”, in quanto capace di autoreplicarsi via Bluetooth e MMS pur senza far danni, per Fontal.A le cose sono ben diverse. Questo Trojan si diffonde attraverso un file di tipo .SIS e installa sullo Smartphone un file Font “corrotto” che causa il blocco dell’apparecchio al momento dell’accensione. Una volta che Fontal.A è in esecuzione sul dispositivo infatti, il Trojan non permetterà il riavvio del telefonino, che rimarrà bloccato nella fase di accensione in modo permanente, non consentendone l’utilizzo da parte dell’utente. Ma i danni provocati da Fontal.A non si limitano alla sola accensione. Il Trojan è inoltre capace di danneggiare l’Application Manager del terminale, in modo tale da non poter essere disinstallato e da non permettere all’utente di caricare nuove applicazioni. Quando il file di installazione .SIS entra in esecuzione, sul telefonino vengono copiati i file “kill sadam font.gdr”, “kill sadam.app” e “appmngr.app”, ciascuno in diverse cartelle e con compiti specifici. Da F-Secure fanno sapere che l’unico modo per recuperare le piene funzionalità dello Smartphone infettato da Fontal.A è quello di formattare il terminale, un’operazione che però cancellerà tutti i dati salvati in precedenza. Tornando al paragone con il Worm Mabir.A, il Trojan Fontal.A non si trasmette in modo automatico, ma attraverso lo scambio di dati con altri terminali o da Internet. Si consiglia quindi di fare molta attenzione prima di scaricare un file e di verificarne l’attendibilità dell’origine.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Fontal.A, nuovo Trojan per Smartphone