Formula 1: rottura totale tra Fia e Fota

Le troppe regole di Max Mosley, che continua comunque a dirsi fiducioso in un accordo, e Bernie Ecclestone non piacciono proprio a squadre e piloti che difficilmente indietreggeranno dalla dura posizione assunta contro la federazione.Neanche il recente innalzamento del budget da 44 a 100 milioni soddisfa le richieste dei protagonisti della Formula 1 che chiedono soprattutto chiarezza per non ritrovarsi in un Campionato 2010 ancor più caotico dell’attuale. Ferrari, McLaren-Mercedes, BMW-Sauber, Toyota, Red Bull, Renault, Brawn GP e Toro Rosso – ovvero le squadre più quotate della F1 – sono decise a prendere altre strade.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Formula 1: rottura totale tra Fia e Fota