Frappe: con i rincari, conviene il fai da te

Saranno infatti consumate oltre 20mila tonnellate tra frittelle, castagnole, frappe, chiacchiere ed altre specialità locali, soprattutto dal giovedì al martedì grasso. I dati sono stati forniti da Coldiretti che, da parte sua, invita gli italiani a risparmiare fino a dieci volte ricorrendo ad un tradizionale e semplice fai da te casalingo. Con cinque euro sarebbe infatti possibile acquistare tutti gli ingredienti necessari per le tradizionali frappe ed anche fare fronte ai consumi energetici per la cottura.Per preparare un chilo di frappe sono infatti necessari, sempre secondo Coldiretti, mezzo chilo di farina (0,50 euro), cento grammi di zucchero (0,20 Euro), cinquanta grammi di burro (0,50 Euro), tre uova intere (0,50 Euro) un bicchiere di vino bianco (0,50 Euro), un litro di olio di semi (2 Euro) e un pizzico di sale (0,01 Euro). Leggeri cambiamenti di spesa possono invece verificarsi per le diverse varianti dei dolci tipici di carnevale, che possono richiedere la presenza di miele, cannella o uvetta, senza tuttavia intaccare gli enormi margini di convenienza rispetto agli acquisti in negozio.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Frappe: con i rincari, conviene il fai da te