Funghi: boom dopo le piogge estive

Se la qualità sarà la caratteristica della vendemmia di quest’anno, con i bianchi a farla da padroni, per i funghi si assisterà invece ad un vero "boom della quantità". Come sottolinea Coldiretti, dopo l’iniziale siccità estiva, le piogge che sono cadute copiose in vaste aree del territorio stanno favorendo un buon raccolto di funghi dal Cadore alle Langhe, dalle colline emiliano romagnole a quelle toscane, ma anche nella Sila e nell’Aspromonte. "L’attività di raccolta di porcini, finferli, trombette e chiodini – continua la Coldiretti – non ha solo una natura hobbistica che coinvolge milioni di vacanzieri, ma svolge anche una funzione economica a sostegno delle aree interne boschive, dove rappresenta un’importante integrazione di reddito per migliaia di ‘professionisti’ impegnati a rifornire negozi e ristoranti di prodotti tipici locali." Quello che per molti è un hobby ‘gustoso’, non permette però improvvisazioni. E’ infatti necessario seguire alcune importanti regole che vanno dal rispetto di norme e vincoli specifici presenti nei diversi territori, alla raccolta di soli funghi di cui si sia sicuri e non fidarsi assolutamente dei detti e dei luoghi comuni. Per questo motivo si consiglia di rivolgersi sempre, in caso di incertezza, per controlli ai Comuni o alle Unioni micologiche e utilizzare cestini di vimini ed evitare le buste di plastica. Per non incorrere in ‘problemi’ e gustarsi con tranquillità gli squisiti prodotti del bosco, ecco alcuni "consigli-guida" della Coldiretti per i raccoglitori di funghi:
- Accertarsi e rispettare norme, vincoli e limiti di quantità di raccolta previsti nel Comune o Comunità Montane in cui ci si trova.
- Raccogliere solo i funghi di cui si è sicuri e non fidarsi assolutamente dei detti e dei luoghi comuni.
- Togliere con le mani i funghi dal terreno con un movimento di torsione, in modo che si stacchi alla base e il micelio resti intatto nel terreno.
- Raccogliere i funghi in cestini di vimini ed evitare le buste di plastica.
- In caso di incertezza rivolgersi per i controlli ai Comuni o alle Unioni micologiche.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Funghi: boom dopo le piogge estive