Garante a Google: più tutele per gli utenti

Questa la motivazione fornita dal Garante: "Il diritto delle persone ad essere rappresentate su Internet con informazioni esatte deve essere sempre garantito in rete, anche fuori delle pagine web che per prime pubblicano i dati. In alcuni casi, il rischio è quello di arrecare seri danni agli interessati". Capita infatti spesso che notizie "sensibili" che vengono aggiornate o rimosse dai siti web impieghino alcuni giorni prima di venir "re-indicizzate" dal motore di ricerca. Si tratta di una normale routine, ma nel caso delle informazioni quella che è la prassi del web può avere risvolti indesiderati. Il Garante ha così deciso di avvisare Google Italia, dal quale ha ricevuto ampie garanzie di collaborazione, ma anche l’avviso dell’impossibilità di intervenire autonomamente sui server, gestiti direttamente dal quartier generale di Mountain View (USA). La risposta scritta di Google sulla vicenda non si è poi fatta attendere: "Google tiene in massima considerazione la privacy. Creiamo i nostri prodotti nel massimo rispetto della privacy dei nostri utenti, e lavoriamo continuamente a stretto contatto con le Autorità di protezione dei dati personali europee, compreso il Garante della Privacy italiano, per assicurarci che i nostri servizi siano in linea con gli standard europei". Sempre nella nota della società si legge poi che il prossimo maggio ci sarà un meeting con il Garante della Privacy italiano e che c’è "la volontà continuare con questo dialogo costante con le Autorità, nel migliore interesse dei nostri utenti, e andremo avanti a collaborare con i garanti della privacy in tutta Europa, il cui feedback ci aiuterà a costruire le migliori protezioni della privacy possibili". Segnaliamo, infine, che il Garante aveva inoltre invitato Google Inc. ad inserire nel sito www.google.it "un’informativa più chiara che consenta agli utenti di comprendere che il titolare del trattamento è la società con sede negli Usa e illustri meglio e in dettaglio agli utenti le modalità attraverso le quali ottenere rapidamente la cancellazione o l’aggiornamento di pagine web modificate presso i siti sorgente".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Garante a Google: più tutele per gli utenti