Garbo: un francobollo per i 100 anni

Per quel che riguarda la Svezia, le poste della nazione d’origine della Garbo hanno scelto due immagini particolari: si tratta di un profilo stilizzato della "Divina", un’opera di Einar Nerman, e di un disegno tratto da una foto di un film del 1932. Quest’ultimo francobollo sarà inoltre accompagnato da un foglio decorato, ai margini, con un altra fotografia della Garbo. Nata a Stoccolma il 18 settembre 1905, Greta Lovisa Gustafsson (questo il vero nome della Garbo) arriva a Hollywood nel 1925, dopo aver lavorato per qualche tempo come commessa in un grande magazzino della capitale svedese. La celebrità arriva dopo essere stata la protagonista di foto e campagne pubblicitarie che la conducono ad un primo film nel 1922, seguito da oltre 20 pellicole girate dal 1927 al 1937. Definita come una "fata severa" dal maestro Federico Fellini, la Garbo si mostra spesso schiva verso il jet set e lo Star System. Pochissime interviste e ancor meno scatti fuori dal set, accompagneranno "La Divina" sino al ritiro dalle scene nel 1941, quando ancora giovane decide di chiudersi nella sua vita privata dopo le riprese dell’ultimo film "Non tradirmi con me" (Two Faced Woman, 1941). La "star non star", testimone d’eccezione del passaggio storico dal cinema muto a quello sonoro (Anna Christie, 1930), scompare a New York il 15 aprile del 1990, all’età di 85 anni. Svezia e Stati Uniti celebrano ora il centenario della nascita di un’attrice che ha fatto la storia del cinema, senza cedere alle tentazioni della notorietà: secondo Fellini, la Garbo fu "la fondatrice di un ordine religioso chiamato cinema".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Garbo: un francobollo per i 100 anni