Gentile Da Fabriano e l’Altro Rinascimento

Protagonista della scena artistica nelle più importanti città italiane, Gentile di Niccolò di Giovanni Massi torna protagonista nei nuovi spazi dell’antico Spedale di Santa Maria del Buon Gesù, con 32 capolavori (il catalogo ne comprende circa 40). Opere accostate a quelle dei più importanti maestri del primo Quattrocento quali Masolino, Masaccio, Beato Angelico, Pisanello, Jacobello del Fiore. In occasione di "Gentile Da Fabriano e l’Altro Rinascimento" saranno inoltre ampiamente rappresentati gli artisti che operarono prevalentemente nelle Marche e in Umbria e che da Gentile furono notevolmente influenzati come i fratelli Salimbeni, Ottaviano Nelli, Arcangelo di Cola, Antonio da Fabriano. Con questa mostra la città di Fabriano diverrà punto di partenza ideale per scoprire le testimonianze e i tesori d’arte anche grazie agli itinerari promossi dalla Regione Marche dal titolo "Le Marche delle Signorie. Le vie del Gotico Internazionale tra l’Appennino e l’Adriatico", che condurranno il visitatore verso Urbino, Camerino e San Severino Marche, Matelica, Ancona, Fano, Pesaro, Fermo e Ascoli Piceno e nei territori a loro legati alla scoperta di tesori talvolta nascosti ma di straordinaria importanza per assaporare la cultura e la storia di una regione antica. L’esposizione, sotto l’alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, è promossa e realizzata da Francesco Merloni.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Gentile Da Fabriano e l’Altro Rinascimento