George Clooney pensò al suicidio dopo l’incidente alla schiena del 2005

George Clooney

A rivelarlo è stato lo stesso George Clooney, in un’intervista al celebre magazine musicale Rolling Stone. L’attore e regista ha spiegato che l’idea di farla finita gli è balenata in testa nel 2005, quando finì in ospedale per un brutto incidente alla schiena.

“Ero sdraiato in un letto d’ospedale con una flebo nel braccio. Non potevo muovermi – racconta un George Clooney ancora scosso da quell’episodio -. Per tre settimane mi sono detto: ‘Non posso resistere così. Non posso più vivere’”. Di quell’incidente alla schiena, occorso durante le riprese del film “Syriana“, si parlò a lungo, ma senza comprenderne ma a fondo la gravità. Si trattò, infatti, di una pericolosissima lesione spinale.

“Ho tentato di ubriacarmi per stordirmi e volevo farla finita - ha sottolineato Clooney -. Non potevo muovermi e avevo questo mal di testa devastante”. Dopo quasi sette anni, di quel brutto periodo è rimasto solo il ml di testa che torna puntualmente ad infastidirlo, ma i propositi di suicidio sono lontani anni luce.

Anzi, George Clooney ora si gode la vita e le belle donne, compresa l’ultima fiamma Stacy Keibler, con la quale sembra tutto filare alla perfezione. Parlare di fidanzata è forse eccessivo (ce lo insegna la storia con Elisabetta Canalis), ma i due sono affiatati e sembrano divertirsi. A proposito di sorrisi, George Clooney ha rivelato a Rolling Stone di avere un debole per l’applicazione per smartphone “iFart”… l’app che simula peti di vario tipo!

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > George Clooney pensò al suicidio dopo l’incidente alla schiena del 2005