Gere e J.Lo in Shall we dance?

Oltre a Gere, il film vanta un cast di tutto rispetto, con attori del calibro di Jennifer Lopez, Susan Sarandon e Stanley Tucci. La storia narra di John Clark (Richard Gere), un avvocato di Chicago dalla vita quasi perfetta ed incanalata su solidi binari. E’ ancora innamorato della bella moglie Beverly (Susan Sarandon), è un uomo di successo nel suo lavoro e ha due figli meravigliosi. La solita routine ed un lavoro che gli sottrae la gran parte del tempo libero sembrano però minare la felicità di John. Nella sua vita manca qualcosa, e sarà proprio quel “quid” a spingere John a coronare una sua vecchia passione. Un giorno, scendendo dal treno che lo riporta come ogni giorno a casa, decide di fare una piccola pazzia e, all’insaputa di tutti, si iscrive a un corso di ballo. Da quel momento la vita di John non sarà più la stessa, un mondo di fisicità, musica, solidarietà e passione sconvolgerà la vita del serio e posato professionista, stravolgendone la quotidianità ed il suo matrimonio. La “mutazione” di John non è però casuale. Tutto inizia la sera in cui, dal finestrino del treno che lo stava riportando a casa, vede una giovane insegnante di ballo (Jennifer Lopez) del malridotto Mitzi’s Studio che ricambia il suo sguardo. Sera dopo sera John continua a cercare quello sguardo, quando una volta decide di scendere dal treno e si iscrive ai corsi di ballo per principianti. La prima lezione è un disastro, è maldestro e timoroso, quanto sgraziato. Il ballo però diventerà presto un’ossessione per John, rappresenterà la sua via di fuga ed il suo momento di pura gioia, fino a quando scopre che anche un suo collega (Stanley Tucci) nasconde la sua stessa passione per la pista da ballo. Durante il percorso che porta John Clarke a diventare un ballerino provetto, la sua vita diventa un groviglio di comportamenti furtivi e di sotterfugi, sua moglie Beverly infatti, è all’insaputa di tutto, perché sin dal primo momento John ha avuto paura che lei lo potesse credere insoddisfatto del loro matrimonio. Tutto ciò dura sino alla più importante gara di ballo di Chicago, quando Beverly, insospettita dal comportamento di lui, decide rivolgersi a un detective perché sospetta che abbia una relazione con un’altra donna. Alla fine John scoprirà che non è necessario nascondere i propri sogni, ma è meglio condividerli. “Shall we dance?” si ispira al film giapponese “Dansu Wo Shimasho Ka”, scritto e diretto da Masayuki Suo, vincitore di 13 Academy Award giapponesi e poi divenuto un successo internazionale, oltre che amatissimo dal pubblico. Il remake della Miramax, distribuito dalla 01 Distribution, punta molto sulla trasposizione della vicenda da una società di tipo orientale, come quella giapponese, ad una mentalità più aperta come quella americana, mantenendo però forte il messaggio originale. Un inno alla vita e al suo reinventarsi, come sottolinea anche il regista Peter Chelsom: “Il film non parla solo di un uomo insoddisfatto che entra nel mondo del ballo, ma di un gruppo di persone che hanno finalmente la possibilità di capire chi avrebbero sempre voluto essere. Questa ricerca della felicità potrebbe avvenire in qualsiasi campo, ma l’aspetto divertente del ballo è che permette di esprimersi più di quanto sia possibile con le parole”. Dal 29 ottobre al cinema c’è “Shall we dance?”.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Gere e J.Lo in Shall we dance?