Giorni e nuvole: la famiglia e il precariato

Colta e benestante, con vent’anni di matrimonio alle spalle e una figlia di nome Alice, la coppia formata da Elsa e Michele sembra vivere la quotidianità su binari solidi e ben indirizzati. La loro serenità, anche economica, ha infatti permesso a Elsa di lasciare il lavoro e coronare un antico sogno: laurearsi in storia dell’arte. Improvvisamente però, la loro vita cambia: Michele le confessa di aver perso il lavoro. Il futuro non si presenta più così tranquillo e prevedibile: svanisce la certezza di poter contare su stabilità e serenità. Gli equilibri che sembravano consolidati rischiano di crollare e di travolgere ogni aspetto della loro vita, persino il rapporto con Alice. Moglie e marito sono costretti ad affrontare la crisi, ognuno a modo suo, contando sulla non comune forza della loro unione. Ma questo basterà a salvarli? Nelle sale da venerdì 26 ottobre, "Giorni e nuvole" arriva al cinema per raccontare una storia di attualità, orgoglio, amore… e precariato.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Giorni e nuvole: la famiglia e il precariato