Giovani e sesso: Tv e Internet cattivi maestri

E’ quanto emerge, in estrema sintesi, dal convegno nazionale dei ginecologi che si sono confrontati a Roma sul tema del sesso, giovani e comunicazione. A preoccupare sono dati come il mancato utilizzo di metodi anticoncezionali per il 27% degli under 19. Il 35% se si restringe l’analisi alle sole ragazze.Inoltre solo il 18% delle femmine e il 29% dei maschi parla abitualmente di contraccezione con il partner e, rispettivamente, il 61% e il 39% rimpiange di aver avuto il rapporto troppo presto o in condizioni negative.I sessuologi sono quindi concordi nel ritenere necessaria un massiccia campagna di informazione che coinvolga famiglie e scuola. Internet e televisione, specie se senza controllo, non possono essere una fonte di informazione adeguata.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Giovani e sesso: Tv e Internet cattivi maestri