GMail per tutti: finita l’era degli Inviti

Assieme a questa ennesima novità, gli uomini di Mountan View hanno inoltre deciso di introdurre un innovativo sistema di identificazione basato sugli SMS, i brevi messaggi di testo del telefonino. Basterà quindi accedere al sito dedicato a Gmail e inviare un codice identificativo al proprio cellulare da reintrodurre durante la fase di registrazione del nuovo account. Questo nuovo sistema, almeno secondo le intenzioni di Google, dovrebbe permettere un maggiore controllo contro spam, in quanto garantirebbe che si tratti di una persona "reale" e che questa non registri un numero troppo elevato di account a suo nome. Sempre dal
blog di
Google, Keith Coleman (Gmail Product Manager) ha poi annunciato altre interessanti novità in arrivo per il mondo della telefonia mobile e Gmail. Presto saranno infatti disponibili i servizi di "SMS alerts" e di recupero password che sfruttano il telefonino. Per il momento, il servizio di registrazione libera "via SMS" è disponibile solo per i numeri di cellulare di operatori americani, ma presto il servizio dovrebbe coprire altre nazioni. Ricordiamo infatti che
Gmail, il servizio di posta gratuito da 2,5 Gb, è oggi disponibile in 29 lingue ed altrettanti paesi.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > GMail per tutti: finita l’era degli Inviti