GPL contro l’inquinamento dei centri urbani

La ricerca, In particolare, ha accertato che il Gpl è in grado di fornire un importante contributo alla lotta contro il particolato fine e all’inquinamento più in generale e che, in associazione con altri provvedimenti, è in grado di contribuire ad iniziare l’auspicato rientro delle concentrazioni di particolato fine entro i limiti e i tempi stabiliti. Le polveri sottili (PM10), insieme all’ozono e al biossido di azoto, costituiscono infatti motivo di grande preoccupazione in quanto responsabili, ogni anno, di moltissimi decessi a causa di patologie a carico del sistema respiratorio e di ricoveri ospedalieri altrimenti non giustificabili.Ivo Allegrini, direttore dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico del Cnr, ha commentato: "Molti anni di esperienza delle Amministrazioni centrali e periferiche hanno dimostrato che una drastica riduzione dell’inquinamento non può essere conseguenza di un unico provvedimento, ma di una serie di iniziative a tutti i livelli quali mobilità, miglioramento dei carburanti, analisi dell’evoluzione spazio temporale del fenomeno, analisi del rischio e così via".Gli studi e le osservazioni del fenomeno dell’inquinamento hanno, inoltre, dimostrato che l’entità del fenomeno non dipende soltanto dalle emissioni locali di inquinanti, ma anche da emissioni che possono interessare siti molto lontani. "Sono dunque necessari due tipi di interventi congiunti e coordinati – sottolinea Allegrini – il primo sulle sorgenti di emissioni locali e il secondo sulle emissioni complessive a livello regionale e nazionale". Sempre Allegrini ha dunque sottolineato la grande importanza dell‘utilizzo del Gpl e del gas naturale, specie nei centri urbani.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > GPL contro l’inquinamento dei centri urbani