HD DVD e Blue-ray, decide Hollywood

Paramount Pictures, Universal Pictures, New Line Cinema e Warner Bros, per voce dei gruppi NBC-Universal, TimeWarner e Viacom, hanno infatti deciso di adottare lo standard HD-DVD, sostenuto, tra gli altri, da Toshiba, NEC e Sanyo. Con il 45% del mercato annuale dei DVD prodotti negli Stati Uniti, le quattro case di produzione rilanciano le quotazioni del nuovo formato HD DVD. Una battaglia che non cenna quindi a placarsi, quella tra i due nuovi standard, considerando la necessità più volta espressa dal mondo di Hollywood, di uniformarsi ad un unico DVD di seconda generazione. L’unione di intenti tra Paramount Pictures, Universal Pictures, New Line Cinema e Warner Bros in favore dell’HD DVD, dovrà ora scontrarsi con i sostenitori del Blu-ray, di cui fanno parte 20th Century Fox, Columbia Pictures, Metro Goldwyn Mayer e Sony Pictures, in rappresentanza del gruppo Sony e News Corp. Per il gruppo orientato allo standard HD DVD, gli obiettivi sono già ben chiari, con una distribuzione di titoli vecchi e nuovi, la cui messa in commercio, a detta della Universal Pictures, dovrebbe partire in occasione delle festività natalizie del 2005. A completare l’offerta di titoli, Toshiba ha poi aggiunto che “altri content provider” proporranno sul mercato internazionale un’offerta che amplierà quella Hollywoodiana. Ad orientare la scelta verso l’HD DVD, come conferma Craig Kornblau, il presidente di Universal Studios Home Entertainment, sono state anche le scelte tecniche anti-pirateria. L’Advanced Access Content System, appoggiato da grandi aziende come Microsoft, IBM, Walt Disney, Warner Bros e Toshiba, assicurerebbe infatti un’avanzata protezione dei dati contenuti nel supporto ottico. Analizzando nello specifico le caratteristiche tecniche dei dischi HD DVD-ROM dual-layer, questi hanno una capacità di 30 GB, traducibile in ben 8 ore di film ad alta definizione, contro i 9 GB dei dual-layer tradizionali ed i 25 GB del Blu-ray. Prendendo in esame gli scenari attuali, fatti di alleanze strategiche e commerciali, non sembra vicina una soluzione convergente per lo “standard unico” dei DVD di seconda generazione, tanto auspicato dai grandi nomi di Hollywood, ma sinora sacrificato per interessi di varia natura. Tra incertezze e dure prese di posizione, Toshiba prepara intanto i nuovi prodotti che sfruttano la tecnologia HD DVD: un notebook con integrato il drive HD DVD sarà pronto per la fine del 2005, in concomitanza col possibile lancio di player e recorder che sfruttano il nuovo standard. Certezze e smentite sono comunque all’ordine del giorno, non resta quindi che attendere gli ulteriori sviluppi della sfida HD DVD vs Blu-ray.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > HD DVD e Blue-ray, decide Hollywood