Hinder: catturati dall’album Extreme Behavior

Il merito di questi 5 ragazzi di Oklahoma City? Essersi affermati prima a fianco di artisti come Three Days Grace, Hoobastank e Nickelback, per poi esplodere grazie all’accattivante single “Lips of an Angel”. Ballata ricca di stile, “Lips of an Angel” si rivela in tutta la sua sapiente miscela di rock e pop, con la voce graffiante di Austin Winkler che si muove a suo agio tra grinta e delicatezza, regalando una chicca che, già dal primo ascolto, non può che coinvolgere l’ascoltatore. Già, perché in generale, i testi degli Hinder calamitano quanto la loro musica che dosa bene chitarre ruvide a ritmi più riflessivi, lasciando spazio a veri "fulmen in clausola" musicali, ovvero a quel qualcosa che non t’aspetti, ma che impari presto a mettere in conto.Ed è proprio questa la bravura di Austin Winkler (voce), Joe “Blower” Garvey (prima chitarra), Mike Rodden (basso), Mark King (chitarra ritmica) e Cody Hanson (batteria). Imbattutomi quasi per caso in "Extreme Behavior", scopro così una band rock che si rivolge ad ogni tipo di pubblico, richiamando in tal senso i Nickelback, grazie ad un rock senza eccessi e ad un primo album che unisce brani più duri ad altri più gradevoli anche ad un orecchio prettamente pop. Davvero degni di nota i singoli sin qui estratti, ovvero "Get Stoned", "Lips of an Angel", "How Long", oltre, a mio personale giudizio, l’ammiccante "Homecoming Queen".Queste, invece, le 10 tracce di "Extreme Behavior" degli Hinder: Get Stoned; How Long; By the Way; Nothin’ Good About Goodbye; Bliss (I Don’t Wanna Know); Better Than Me; Room 21; Lips of an Angel; Homecoming Queen; Shoulda.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Hinder: catturati dall’album Extreme Behavior