I premi del Future Film Festival

Al secondo posto si è invece classificato Stop Me di Massimiliano Gherzi della società Direct To Brain. Tra i cortometraggi in gara per Future Film Short i più votati dal pubblico, che si sono così aggiudicati il Premio del Pubblico GAN, sono Little Things di Daniel Greaves (primo premio) e Limbo ArtHistory, di Patrizio Ansaloni e Andrea Nadalini (secondo premio). Per la categoria independet del Future Web Festival al primo posto si è affermato Yamamoto Kyoko col sito www.terotero.com, seguito da Samuele Schiavo con www.samueleschiavo.it; per la categoria corporate hanno vinto Sergio Sini (primo premio) con il sito www.exte.it e Silvia Saba (secondo premio) con il sito www.screenweek.it. Si chiude così l’edizione 2006 del Future Film Festival, un gran successo di numeri e gradimento. 130 appuntamenti per 600 ore di programmazione, oltre 30.000 presenze, 250 giornalisti accreditati nelle cinque giornate dedicate al cinema d’animazione e alle nuove tecnologie applicate all’immagine. Una festa lunga cinque giorni per gli addetti ai lavori, gli appassionati di cinema d’animazione e per tutti coloro che sono curiosi di sapere dove sta andando il futuro del cinema.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > I premi del Future Film Festival