I segreti della Dieta Mediterranea

Limitati invece i consumi di carne (che è di preferenza bianca) e di grassi animali; importante il consumo di pesce, in particolare azzurro. Il condimento preferito,
senza dubbio, è l’olio di oliva, meglio se extra vergine; regolare il consumo di vino, in quantità ovviamente moderate. Una menzione meritano
inoltre i legumi, freschi e secchi, che rappresentano una importante fonte di proteine vegetali.
La dieta mediterranea prevde tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) e due spuntini di supporto a metà mattina e metà pomeriggio.
Ed è proprio questa la formula “magica” che trasforma questo regime
alimentare in un vero e proprio toccasana per la salute. La ragione di questo effetto positivo è evidentemente da ricercarsi nelle componenti essenziali della dieta mediterranea: frutta e verdura, con un’elevata quantità di vitamine e sali minerali; il limitato apporto di cibi ricchi in grassi saturi e colesterolo; il considerevole introito di grassi polinsaturi omega-3, legati al consumo di pesce soprattutto azzurro, e omega-6 dagli oli vegetali (girasole e mais); questi grassi contribuiscono alla formazione delle membrane cellulari, sono anti-aggreganti piastrinici, e migliorano il tono vasale; il consumo moderato di vino che apporta un’ampia gamma di composti vegetali tra i quali potenti antiossidanti, antiaggreganti e vasodilatatori; l’uso di olio di oliva come condimento principale con il suo elevato contenuto di monoinsaturi e di antiossidanti.
L’Istituto Superiore della Sanità
sottolinea come dagli studi fatti si evince che i singoli componenti , o gruppi di alimenti, non forniscono alcuna protezione, ma che è assolutamente essenziale la combinazione di essi e la varietà della dieta.
Nel loro complesso quindi i componenti della dieta mediterranea hanno un ruolo positivo sulla normale fisiologia dell’organismo, aiutano a mantenere funzioni metaboliche equilibrate, e ciò è particolarmente utile nella prevenzione dell’obesità e del soprappeso, soprattutto se la componente alimentare è associata ad uno stile di vita attivo. Infine un aspetto particolarmente importante è rappresentato dalla elevata capacità che molti componenti della dieta mediterranea hanno, di contrastare, attraverso l’elevato contenuto in vitamine e composti antiossidanti, l’azione dei radicali liberi che, se in eccesso, danneggiano le membrane cellulari e il DNA, alterando le funzioni cellulari e le informazioni genetiche. Questi processi sono alla base di patologie degenerative, del cancro e in generale
dell’invecchiamento.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > I segreti della Dieta Mediterranea