iBreviary: anche l’iPhone aiuta a pregare

"Credenti e non credenti – spiegano dal sito ufficiale dell’applicazione – possono sicuramente ritrovarsi in un patrimonio culturale comune, che ne alimenti le radici, l’anima intellettuale e spirituale. La Bibbia costituisce senza dubbio parte di questo patrimonio comune: un patrimonio da conoscere, recuperare e da cui attingere non solo come cristiani. I Salmi biblici – contenuti all’interno della preghiera del Breviario Cattolico – nascono dal confronto quotidiano di un Popolo con il loro Dio all’interno delle situazioni di vita concrete; i Salmi diventano ora inni di lode, grida di aiuto, lamenti di disperazione umana, ricerca di aiuto in Dio".Ecco allora che, con i tempi moderni, il "Breviario" diventa iBreviary: una nuova forma, attuale e nello stesso tempo ancorata alla tradizione, di fruizione facile ed intuitiva di questa preghiera quotidiana."iBreviary – spiegano gli sviluppatori – permetterà al credente cristiano cattolico di pregare con semplicità, attraverso una interfaccia intuitiva. Ogni giorno, collegandosi con l’iPhone, verranno proposte le preghiere quotidiane del Breviario Cattolico. Il tutto attraverso il touchscreen del terminale Apple". Maggiori informazioni a questo link.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > iBreviary: anche l’iPhone aiuta a pregare