Il 2 novembre e i segreti dei crisantemi

Ad affermarlo è Coldiretti che invita ad acquistare i crisantemi, in occasione della ricorrenza del 2 novembre, facendo scelte consapevoli. "L’acquisto all’ultimo minuto consente di guadagnare tempo, ma – sottolinea la Coldiretti – risulta certamente più costoso e limitato nella possibilità di scelta, mentre quello programmato consente di risparmiare con un dono personalizzato. La gamma delle forme del fiore è infatti ampia (pon pon, a dalia, a fiore grande, ad anemone, a margherita e spider) con uno o più fiori per stelo e con diversi colori (giallo, bianco, fucsia)".Sempre l’Organizzazione ricorda, inoltre, che i prezzi di vendita per i fiori recisi variano da 1,5 euro a 4 euro a più di dieci euro se si tratta di un vaso, mantenendo inalterato il significato della tradizionale offerta. "Il costo – precisa la Coldiretti – cambia a seconda del momento e dei luoghi e per questo è opportuno, nonostante il tipo di ricorrenza, non fare acquisti di impulso, ma verificare e mettere a confronto i diversi prezzi sul mercato". Esistono poi modi di far durare di più i fiori: cambiando l’acqua nei vasi ogni due o tre giorni e tagliando il gambo dei fiori. Infine, una curiosità legata al significato dei crisantemi.Se in Italia il crisantemo ci ricorda soprattutto il giorno dei defunti, in Giappone, invece, è fiore nazionale, emblema araldico della famiglia imperiale e il principale ornamento floreale utilizzato per la celebrazione delle nozze. In molti Paesi è, infatti, il simbolo della vita, della forza d’animo e della pace. Non mancano poi le qualità per questo che è il "fiore d’oro" (dal greco chrysos, oro, e anthemon, fiore), conosciuto da secoli per le proprietà terapeutiche e il suo aroma in cucina.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Il 2 novembre e i segreti dei crisantemi