Il cellulare al servizio del paziente

Grazie ai nuovi dispositivi dotati del programma si potranno dire addio alle attese dal medico, in quanto sarà proprio il telefonino ad aggiornarci sulla nostra condizione di salute. Il terminale mobile, collegato ad un dispositivo medico specifico per la patologia da monitorare, raccoglierà costantemente dati sulle condizioni del paziente e, in caso di anomalie e di alterazioni funzionali, sarà in grado di inviare un segnale di allarme, via sms, e-mail o altro, direttamente allo specialista o alla struttura medica collegata al sistema. Fabrizio Conforti, dell’Ifc-Cnr, ha spiegato: "Perché il sistema funzioni serve un dispositivo medico interfacciabile via bluetooth, portatile, meglio se indossabile, e capace di acquisire i segnali di interesse per il protocollo clinico; un telefono cellulare fa il resto". Allo stato attuale, gli strumenti medici disponibili per questa applicazioni non sono molti, anche se cardiografi, sfigmomanometri, glucometri e pulsossimetri con le caratteristiche necessarie iniziano a comparire su Internet. Presto, quindi, il sistema potrebbe rivelarsi davvero molto utile ai malati che necessitano di controlli continui che potranno recarsi in strutture ospedaliere solo in caso di necessità.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Il cellulare al servizio del paziente